Mocambo

Già la porta
mi parlava di te
chiedendomi di non entrare.

Tu colossale
e vulnerabile.

Alle tue lacrime silenziose
faceva da ventriloquo
il macinacaffè.